Disincanto, i Simpson di Netflix e lo sconforto per il primo episodio

Disponibile da oggi, 17 agosto, Disincanto è la nuova serie animata originale Netflix, disegnata da Matt Groening e Josh Weinstein. Ecco un commento a caldo sul primo episodio.

Padre de I Simpson e Futurama, Matt Groening arriva su Netflix con Disincanto, una serie animata che vede protagonista la principessa Bean, figlia del re di Dreamland e promessa sposa del principe di Bentwood, insieme al suo demone personale Luci e l’elfo Elfo, che diventeranno subito i suoi nuovi compagni di viaggio.

Il primo episodio di Disincanto delude le aspettative, un vero peccato!

disincanto primo episodio netflix
La principessa Bean, il demone Luci e l’elfo Elfo, insieme nel primo episodio di Disincanto

In questo primo episodio, come è lecito aspettarsi, ci vengono presentati i personaggi principali attorno ai quali ruoterà l’intera storia.

Facciamo subito la conoscenza della principessa Tiabeanie, detta Bean. Si tratta di una principessa per nulla convenzionale, dedita all’alcol, al gioco d’azzardo, alle risse e ribelle nei confronti dell’autorità, qui rappresentata dal padre, che l’ha concessa in sposa al principe di Bentwood.

Il secondo personaggio che ci viene presentato è un elfo di nome Elfo, che decide di scappare dalla propria terra natale, da lui considerata così perfetta e felice da soffocarlo.

Il giorno delle nozze di Bean conosciamo anche Luci, una sorta di ombra bidimensionale che si presenta alla principessa come il suo demone personale.

Dopo aver mandato a monte il proprio matrimonio, la principessa scappa insieme agli altri due protagonisti ed inizierà, così, la loro avventura nel fantastico regno di Dreamland.

Come già detto, la serie nasce dalla matita di Matt Groening e Josh Weinstein. Insieme a loro, tra i produttori, figura anche il nome di Bill Oakley.

Dal padre dei Simpson e di Futurama era lecito aspettarsi grandi cose. Eppure, questo primo episodio di Disincanto non convince affatto: manca di mordente, i momenti divertenti scarseggiano e spesso si sfocia nel nonsense fine a sé stesso. La sensazione che si ha è di essere davanti ad un episodio di Futurama parecchio stanco, con poco o nulla da raccontare (o uno qualsiasi delle ultime stagioni de I Simpson, che ormai non hanno più nulla da raccontare).

Tante aspettative che, in definitiva, il colosso dello streaming ha deluso. Certo, un solo episodio non basta per poter formulare un giudizio complessivo sull’intera serie. Tuttavia, se è vero che “chi ben comincia è già a metà dell’opera”, le basi che questo pilot getta sono decisamente instabili.

Guarda Disincanto in streaming su Netflix

Precedente Marvel's The Defenders: i Vendicatori del piccolo schermo Successivo Sharknado 5: il trash diventa globale!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.